Storia del CrackLa storia del crack ci insegna che in Sudamerica si usava (e si usa tutt'ora) un prodotto derivato da una fase intermedia della produzione di cocaina, che viene chiamato "pasta" (ma anche masa, basuco, susuko o banano) in cui la percentuale di principio attivo varia fra il 4'% e l'85%.

La tossicità della pasta, però, è aggravata dal fatto che essa contiene ancora tracce di tutta una serie di sostanze tossiche.

Col passaggio verso gli anni ottanta, in America iniziarono ad emergere alcune nuove droghe e una di queste fu chiamata crack, per il rumore caratteristico che produceva quando veniva fumata e che i media definivano come una varietà più economica della cocaina.

Ma se si pensa alla storia del crack si capisce bene che non era una sostanza nuova, in quanto la sua esistenza era già stata riportata nella letteratura sulle sostanze stupefacenti ed era conosciuta col nome di base o rock (roccia).

La riscoperta del crack durante gli anni ottanta apparve avvenire simultaneamente sulla costa orientale e occidentale degli Stati Uniti ed ebbe un successo immediato per vari motivi.

Prima di tutto bisogna dire che la diffusione del crack fu “incentivata” da una misura restrittiva sui cosiddetti “precursori” (le sostanze che vengono utilizzate per la raffinazione della cocaina, come di altre droghe).

Nei primi anni ottanta, infatti, il governo colombiano era riuscito a diminuire la disponibilità di etere, necessario per la produzione della cocaina, pertanto i trafficanti furono costretti ad esportare in Florida la pasta di coca anziché la cocaina in polvere.

In quel periodo, l'assunzione della pasta (trattata con bicarbonato, acqua e rum, e fumata) si è subito diffusa fra le popolazioni delle zone attraversate dal traffico (Centroamerica, Caraibi) e diventò il battistrada del crack.

Da quel momento, il crack divenne una questione di interesse nazionale negli USA. Ma quali furono i perché della diffusione di questa droga?

  1. Prima di tutto il crack poteva essere fumato piuttosto che sniffato. Quando la cocaina viene fumata, viene assorbita più rapidamente e attraversa la barriera sangue-cervello nel giro di sei secondi, dando così uno stato euforico quasi istantaneo
  2. Il crack viene ricavato dal cloridrato di cocaina attraverso una tecnica più semplice, non pericolosa e con ingredienti facilmente reperibili, rispetto a quanto necessario per produrre la cocaina free base, mentre gli effetti sono del tutto analoghi
  3. Il crack era più economico e permetteva affari migliori per gli spacciatori, che ricavavano da questa droga il triplo del guadagno rispetto alla vendita di un singolo grammo di cocaina
  4. La maggiore facilità d'occultamento e trasporto del crack rispetto alla cocaina

Oggigiorno, il crack è una droga estremamente diffusa in tutto il mondo che sta rovinando la vita di tantissime persone, ragion per cui bisogna fare necessariamente qualcosa per salvare la vita di tutti coloro che sono caduti nella trappola di questa tossicodipendenza.

Il Centro di Disintossicazione da Cocaina Narconon Il Gabbiano è specializzato nella disintossicazione e riabilitazione dalla dipendenza da crack ed ha aiutato migliaia di persone a liberarsi definitivamente da questa terribile tossicodipendenza.

Mettiti Subito in Contatto con gli Operatori del Centro Disintossicazione da Cocaina Narconon Gabbiano, Sapranno Offrirti la Miglior Soluzione Possibile al Tuo Problema